Bologna, Sinisa Mihajlovic in lacrime: “Ho la leucemia. Vincerò questa sfida”

5
Il post è stato pubblicato da questa

Fonte: https://www.ilfattoquotidiano.it/

“Ho la leucemia. È stata una botta. Ho pianto, la malattia è in fase acuta, ma vincerò questa sfida”: è un Sinisa Mihajlovic in lacrime quello che ha annunciato in conferenza stampa il vero motivo della sua mancata partenza per il ritiro del Bologna a Castelrotto. Un’assenza che ha alimentato una serie di ricostruzioni di stampa, che hanno subito parlato di seri motivi di salute per spiegare il forfait del tecnico serbo. “Da alcuni esami effettuati ho scoperto alcune anomalie che non c’erano qualche mese fa. Dagli esami ho scoperto di avere una leucemia” ha spiegato Mihajlovic nell’incontro convocato per spiegare la situazione ai giornalisti. “Sono pronto ad affrontare la malattia, sono sicuro di vincere questa sfida. Non ho paura, la affronterò e vincerò” ha aggiunto, prima di spiegare ciò che è successo negli ultimi giorni. “Abbiamo detto che avevo la febbre e la cosa più difficile è stata convincere mia moglie che fosse vero – la ricostruzione dell’ex difensore – Ho passato la notte a piangere e ancora adesso ho lacrime ma non sono di paura: io da martedì andrò in ospedale – ha annunciato – e non vedo l’ora di iniziare a lottare per guarire. Ho spiegato ai miei giocatori che lotterò per vincere come ho insegnato loro a fare sul campo. Questa sfida la vincerò, non ci sono dubbi”.

A seguire ha preso la parola Walter Sabatini, il direttore sportivo del Bologna, che ha confermato come Mihajlovic era e resta l’allenatore dei felsinei: “Il mister ha deciso di incontrare la stampa e abbiamo accolto la sua richiesta – ha detto – Ci siamo io e Di Vaio fisicamente ma idealmente c’è tutta la dirigenza qui con noi. Sinisa ha in mano il Bologna e terrà in mano il Bologna fino alla scadenza del suo contratto. Qualunque cosa succeda nei prossimi giorni Mihajlovic resterà l’allenatore del Bologna”. Una scelta forte quella del club emiliano, che ha deciso di aspettare il tecnico. Mihajlovic è stato ingaggiato lo scorso anno dal club di Saputo con un obiettivo ben preciso: evitare la retrocessione. Il tecnico serbo ha preso in mano la squadra e con un cammino pieno di soddisfazioni ha centrato la salvezza con largo anticipo. Per la bontà del lavoro svolto, alla fine del campionato il suo nome è finito sul taccuino di varie società che volevano puntare su di lui (Roma in primis), ma alla fine l’ha spuntata proprio il Bologna. Che ora non ha nessuna intenzione di privarsi del suo allenatore, peraltro amatissimo nel capoluogo emiliano.

Smentita, quindi, l’ipotesi di un abbandono da parte di Mihajlovic, nei cui confronti sin da stamattina sono arrivati i messaggi di solidarietà dal mondo del calcio e dagli stessi tifosi del Bologna. “Sinisa non mollare, Bologna è con te” si legge su uno striscione affisso all’esterno del centro sportivo di Casteldebole. “Sei troppo forte, questo ti fa un baffo e poi dobbiamo giocare a padel”: parole (e foto a corredo su Instagram) di Roberto Mancini, che ha mandato un messaggio di sostegno al suo grande amico e collega Sinisa Mihajlovic. Nelle foto pubblicate dall’allenatore della nazionale sul suo profilo, si vedono i due insieme da calciatori con la maglia della Lazio e poi sulla panchina dell’Inter quando Mihajlovic era assistente dell’attuale ct azzurro.

L’articolo Bologna, Sinisa Mihajlovic in lacrime: “Ho la leucemia. Vincerò questa sfida” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments