Renato Sandri, addio all’ex partigiano che fu ambasciatore di Togliatti in Sud America

6
Il post è stato pubblicato da questa

Fonte: https://www.ilfattoquotidiano.it/

Renato Sandri non c’è più. Il partigiano Nadia si è spento nella notte tra il 12 e il 13 luglio nella sua casa di Mantova, due settimane prima di compiere 93 anni. Lo storico dirigente del Partito comunista italiano era un vero e proprio uomo d’altri tempi, risoluto e di intelligenza vivace, che ha vissuto una vita lunga e avventurosa. A partire dalla Resistenza che aveva abbracciato da ragazzo all’età di 17 anni, prima come staffetta nel mantovano, poi come combattente in Veneto sui monti Lessini, quindi accanto a Sandro Pertini alla liberazione di Milano nel 1945. Insignito della medaglia di bronzo al valor militare, nel dopoguerra fu il primo presidente dell’Anpi di Mantova di cui è diventato presidente onorario. Da allora il suo legame con la Resistenza, come quello con la montagna, di cui era grande amante ed esploratore, non si è mai spezzato.

Apertamente critico dell’invasione sovietica dell’Ungheria, negli anni pagò il conto delle sue posizioni con il peso della diffidenza dei russi nei suoi confronti. Nel 1963 viene eletto deputato e lo sarà per quattro legislature di seguito (dal 1972 al 1979 fu parlamentare europeo). A 38 anni, nel 1964, parte per un lungo viaggio in America Latina come “ambasciatore” di Togliatti. Del Sud America ha seguito la complessa parabola di quegli anni fino al 1980 quando – da membro della sezione affari esteri del Pci guidata da Gian Carlo Pajetta e di cui è stato vice responsabile -, incontrò personaggi del calibro di Salvador Allende, Fidel Castro e Pablo Neruda. Dal presidente cileno assassinato nel 1973, ricevette poco prima del golpe l’Ordine di Bernardo O’Higgins, un’importante onoreficenza del Paese.

Sandri, che è anche stato padre di una numerosa famiglia nata dal matrimonio con la trentina Lia Cestari, ha poi dedicato un trentennio della sua vita allo studio e alle ricerche sulla Resistenza italiana ed europea, come testimonia, tra il resto, Il Dizionario della Resistenza (Einaudi, 2001) pubblicato con Enzo Collotti e Frediano Sessi. Nel 2010 Roberto Borroni ha raccolto la sua autobiografia nel volume Renato Sandri, un italiano comunista (Un lungo viaggio tra guerriglia e colpi di Stato), edito da Tre Lune. Che così si chiude: “Anche i ventenni di oggi vivono in un mondo difficile e complesso, ma non devono rinunciare all’idea di renderlo migliore. Battersi per raggiungere questo obiettivo rende l’esistenza degna di essere vissuta”.

L’articolo Renato Sandri, addio all’ex partigiano che fu ambasciatore di Togliatti in Sud America proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments